Malasanità: decesso sospetto dopo caduta – risarcimento di 165.000€

Lo Studio Legale Colletti ha ottenuto un ottimo risarcimento per i loro Assistiti successivo ad un decesso molto sospetto avvenuto presso una Asl abruzzese.

Cosa era successo?

Un anziano signore, sofferente già di varie patologie, ricoverato presso il Reparto di Geriatria, due volte consecutive cadeva dal letto, prima per un difetto dell’impianto frenante del letto, e, successivamente, a causa della mancata presenza di contenzione.

Ma, la cosa più grave, era che i sanitari avevano omesso di preparare la scheda inerente la Scala di Conley, ovvero la valutazione degli strumenti di misura del rischio caduta dei pazienti.

A causa delle cadute si era reso necessario un intervento neurochirurgico per la comparsa di un ematoma sottodurale e, dopo che la situazione pareva stabilizzata, l’anziano veniva dimesso, morendo, senza una autopsia, venti giorni dopo le dimissioni dall’ospedale.

La particolarità e la difficoltà del caso derivava proprio dal decesso avvenuto fuori e tempo dopo l’avvenuta dimissione, provocando così una possibile elisione del nesso di causalità tra l’inadempienza ed il decesso.

Dopo la perizia del nostro Consulente e lunghissime trattative con l’assicurazione della struttura pubblica, si è arrivati ad un risarcimento per totali 165.000€.

Vero che per una situazione del genere il risarcimento sarebbe potuto essere molto più alto ma, quando le possibilità di vittoria in un giudizio sono inferiori al 50%, è molto meglio arrivare ad una transazione piuttosto che far spendere soldi ai Clienti per poi non riuscire ad arrivare a nulla.

Se vuoi sapere come tutelare i tuoi diritti e verificare se puoi ottenere un risarcimento, clicca qui

Posted in Ultimi casi trattati and tagged , , .